Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Un aliscafo per i frontalieri

(Ti-Press)

Il comune di Verbania ha lanciato una singolare iniziativa per "sgravare" le strade italiane e ticinesi dal traffico veicolare

L'Amministrazione Comunale di Verbania intende promuovere un accordo con Navigazione Lago Maggiore, finalizzato a studiare una mobilità alternativa utile ai frontalieri del territorio italiano che ogni giorno si recano in Ticino per lavorare.

"Il progetto - secondo quanto espresso dal Comune di Verbania - si basa sulla possibilità di applicare l'impiego di aliscafi già in assetto operativo sul Lago Maggiore. La sperimentazione sarà "lanciata" con una campagna di supporto alla stessa, avente l'obiettivo di raccogliere il minimo di 150 adesioni entro il mese di settembre 2014, cercando di ottenere un primo feed back di gradimento tra i lavoratori frontalieri. In caso di esito positivo dell'esperimento, si avranno vantaggi non solo per questi lavoratori, ma anche per chi transita sulla Strada Statale che verrà sensibilmente alleggerita e velocizzata, non ultimo per l'ambiente con una forte riduzione di emissioni e di consumi carburante".

Inutile sottolineare che il tema è "caldo", in un periodo dove proprio in Svizzera, segnatamente nel Ticino, sono nate non poche polemiche in ordine alla presenza sempre più massiccia di automobili di frontalieri che affollano le strade cantonali e secondarie. Senza contare che queste automobili devono poi avere la possibilità di essere parcheggiate in aree apposite e non in terreni incolti o accanto ai bordi delle strade. Questo progetto potrebbe essere il primo di una serie di interventi alcuni comuni piemontesi e lombardi stanno studiando per alleggerire il traffico veicolare da una parte e dall'altra della frontiera.

Simone Della Ripa

×