Navigation

Truffa milionaria alla Sunrise, indagine partita da Chiasso

Un raggiro dalla Lettonia alla Grecia orchestrato da una banda pachistana sulle tariffe di roaming

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2014 - 22:07

La magistratura ticinese sta indagando su una truffa di oltre un milione di franchi ai danni della compagnia telefonica Sunrise, avvenuta attraverso una società di Chiasso, risultata estranea al raggiro. Il sofisticato meccanismo ideato da una banda di pachistani consisteva nel lucrare sulle tariffe di roaming, che erano anticipate dall'operatore estero partner della compagnia telecom sulle utenze telefoniche stipulate dalla società di Chiasso. In sintesi i titolari degli abbonamenti, cui la Sunrise ha addebitato onerose fatture, sono spariti appena i gestori di linee telefoniche particolari (in generale numeri erotici) in Lettonia ottenevano le somme dovute per le costose telefonate effettuate dai truffatori all'estero, in particolare dalla Grecia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.