Navigation

Traffico di auto rubate, in nove a processo

I veicoli, rubati in diversi paesi europei, venivano rivenduti in Svizzera; per l'accusa, il garagista di Canobbio conosceva l'origine delle auto fornite dai coimputati italiani

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 febbraio 2015 - 23:17

Approda davanti alle Assise criminali di Lugano l'inchiesta 'Muscle car', che ha permesso di stroncare un traffico di auto rubate che ha avuto come base un garage di Canobbio. Nove gli imputati alla sbarra, fra cui due ticinesi. Importavano auto rubate e poi le rivendevano ad ignari clienti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.