Navigation

Torna il maltempo, tornano i danni

Prima i temporali, poi il vento. Disagi in Ticino a causa delle forti piogge cadute la notte scorsa su buona parte della Svizzera italiana

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 agosto 2016 - 19:50

Inizia la stagione del maltempo... Piante cadute, strade chiuse, cantine allagate e la copertura di un cornicione caduta a terra. Sono le tracce che si sta lasciando alle spalle il maltempo che nelle ultime 24 ore ha colpito la Svizzera italiana.

I danni maggiori li ha fatti il vento, che ha soffiato con violenza sul Sottoceneri. Diverse grosse piante sono state abbattute in varie zone di Mendrisiotto e Luganese, da Chiasso alla Valle di Muggio, dal Serpiano al Malcantone, tra Termine e Suino. Di conseguenza durante le ore centrali della giornata alcune strade sono state chiuse per permetterne lo sgombero.

L'episodio più ampio a Sagno, dove si è abbattuta una tromba d'aria che ha sradicato alberi e rovesciato panchine, ma nessuna abitazione è stata toccata. A causa di una frana è stata pure chiusa per un'ora la cantonale tra Lugano e Bioggio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.