Navigation

Ticino, potenziato il controllo sul mercato del lavoro

Varata dal governo cantonale una delle 62 misure indicate nel rapporto sui frontalieri, padroncini e lavoratori distaccati

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 febbraio 2014 - 22:14

Una nuova misura diventa concreta per potenziare gli organi di controllo del mercato del lavoro, particolarmente sotto pressione in Ticino. Il governo cantonale ha infatti deciso oggi di mettere subito in pratica una delle misure previste dal rapporto sui frontalieri, padroncini, e lavoratori distaccati presentato lo scorso dicembre. In concreto verranno potenziati sia l'ispettorato del lavoro, di due unità, sia l'ufficio per la sorveglianza del mercato del lavoro di una unità. Organi di vigilanza che operano insieme all'Associazione interprofessionale di controllo nell'ambito delle misure di accompagnamento alla libera circolazione delle persone per verificare se vengono violate le disposizioni di legge in materia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.