Navigation

Stop ai frontalieri di funghi?

Si pensa ad un tesserino a pagamento per i non residenti

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2015 - 19:18

In futuro i cercatori di funghi potrebbero essere obbligati a possedere un tesserino. Gratuito per i residenti in Ticino, a pagamento, fino a un ammontare di 100 franchi, per gli stranieri e valido una settimana. Il Dipartimento del territorio comunica oggi, venerdì, che ha elaborato una proposta di modifica della legge in questo ambito, che mira "a proteggere le aree più sensibili del cantone".

"In determinati periodi dell'anno l'afflusso di queste persone, provenienti in particolare dal Nord Italia, dove sono in vigore severi regimi di controllo della raccolta, comporta crescenti disagi causati dal traffico indotto e dai parcheggi selvaggi, oltre naturalmente all'eccessiva pressione sulle componenti naturali del paesaggio", si legge in una nota. La proposta sarà messa in consultazione nei prossimi giorni presso tutti gli enti e le associazioni interessate.

RedMMLink esterno/AlesS

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.