Navigation

Scandalo Carige, revocati i domiciliari a Davide Enderlin

L’avvocato e consigliere comunale luganese dovrà restare a disposizione degli inquirenti a Como

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 settembre 2014 - 20:56

Davide Enderlin, arrestato lo scorso 22 maggio nell'ambito delle indagini sullo scandalo Carige, è tornato in libertà. La giudice per le indagini preliminari di Genova, Cinzia Perroni, ha comunicato questa mattina alle parti la decisione di revocare gli arresti domiciliari che l'imprenditore e consigliere comunale luganese stava scontando a Savona. Nell'accogliere l'istanza della difesa, la giudice ha pure accordato l'obbligo di dimora a Como. Enderlin è accusato di concorso in truffa e riciclaggio nell'ambito dell'inchiesta per la maxi truffa nelle compravendite immobiliari del ramo assicurativo della Banca Carige.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.