Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Quando la TSI tornò nel Comasco

Dai nostri archivi, un servizio del Quotidiano del 14.01.1995

All'inizio del 1995 la TSI fece la sua ricomparsa nel bacino lariano. L'emittente svizzera di lingua italiana, che era visibile a macchia di leopardo fino all'Italia centrale, sparì dall'etere della penisola con l'avvento delle televisioni private locali e nazionali che occuparono in modo tumultuoso e anarchico tutte le frequenze a partire dagli anni 80.

Con l'attivazione del segnale sul Canale 36 nelle zone di frontiera l'emittente di Comano era di nuovo sintonizzabile in alcuni quartieri di Como e su parte del Lario. E tra i comaschi c'era chi si ricordava con nostalgia delle trasmissioni sportive, dei telegiornali e delle commedie dialettali passati sulla TSI, come si evince dal servizio del Quotidiano dell'epoca.

Oggi, con l'avvento del digitale terrestre è diventato tutto più complicato. Questa tecnologia, indubbiamente migliore dal profilo qualitativo, non evidenzia problemi di frequenze ma è molto più sensibile alla morfologia che si presenta accidentata nelle regioni insubriche.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×