Progetto interreg Un modello della Tresa per prevenire le alluvioni

Primo piano di una sponda di legno graduata in centimetri; accanto, acqua che scorre su sassi

Un dettaglio del modello in scala.

RSI-SWI

La moderna ingegneria fluviale fa capo anche alla modellizzazione. È stata presentata martedì una ricostruzione del fiume Tresa che consentirà di analizzarne le dinamiche e studiare interventi per evitare alluvioni come quella del 2002, quando le acque distrussero interi tratti di strada in poche ore.

L'evento evidenziò la necessità di conoscere meglio come si comporta il fiume in piena. E così entra in gioco la simulazione.

La Tresa è stata modellizzata su mandato del Programma di cooperazione Interreg V Italia-Svizzera. Andranno messe in campo le capacità e le conoscenza di entrambi i versanti del fiume, elvetico e italiano.

Nel servizio RSI, le intervista a Christian Tognacca del Laboratorium 3D di Biasca -azienda che ha avuto il mandato di modellizzare la Tresa- al direttore del Dipartimento del Territorio del Canton Ticino Claudio Zali e al direttore dell'Agenzia interregionale Fiume Po, Luigi Mille.


Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

Parole chiave