Navigation

Un modello della Tresa per prevenire le alluvioni

Un dettaglio del modello in scala. RSI-SWI

La moderna ingegneria fluviale fa capo anche alla modellizzazione. È stata presentata martedì una ricostruzione del fiume Tresa che consentirà di analizzarne le dinamiche e studiare interventi per evitare alluvioni come quella del 2002, quando le acque distrussero interi tratti di strada in poche ore.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2020 - 20:45
tvsvizzera.it/ri con RSI (Quotidiano del 14.07.2020)

L'evento evidenziò la necessità di conoscere meglio come si comporta il fiume in piena. E così entra in gioco la simulazione.

La Tresa è stata modellizzata su mandato del Programma di cooperazione Interreg V Italia-Svizzera. Andranno messe in campo le capacità e le conoscenza di entrambi i versanti del fiume, elvetico e italiano.

Contenuto esterno

Nel servizio RSI, le intervista a Christian Tognacca del Laboratorium 3D di Biasca -azienda che ha avuto il mandato di modellizzare la Tresa- al direttore del Dipartimento del Territorio del Canton Ticino Claudio Zali e al direttore dell'Agenzia interregionale Fiume Po, Luigi Mille.


Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.