Navigation

Profondo rosso per le finanze ticinesi

La responsabile delle finanze, la consigliera di stato Laura Sadis tipress

Nel primo semestre dell'anno le casse del Cantone registarano un disavanzo di oltre 193 milioni di franchi

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 luglio 2014 - 16:34

Ancora peggio previsto: il disavanzo delle finanze cantonali ha raggiunto quota 193.2 milioni di franchi contro i -148 milioni messi a preventivo nel 2013. Il dato emerge dal rendiconto intermedio del primo semestre del 2014 sull'andamento delle finanze cantonali reso noto venerdì dal Consiglio di Stato.

Spese supplementari con superamento del preventivo sono da imputare alla riduzione dei premi dell'assicurazione malattia (+15.4 milioni), all'assistenza (+5.8 milioni), agli asilanti (+0.6 milioni), alle ospedalizzazioni fuori Cantone (+5 milioni), al servizio spazzaneve, sale antigelo e danni alluvionali per +6.8 milioni e per il settore universitario (+4 milioni).

Sul fronte delle entrate si segnalano maggiori ricavi per imposte suppletorie e multe (+2,9 milioni), per ricavi da rivalutazione debiti (+2,9 milioni) e per la quota sull'imposta preventiva (+2,7 milioni). Maggiori ricavi controbilanciati dal calo delle tasse d'iscrizione al registro fondiario (-7 milioni) e delle imposte di successione e donazione (-5 milioni).

Red.MM/Swing

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.