Navigation

Più imposte per i frontalieri

L'aumento del moltiplicatore comunale dal 78 al 100% approvato dalla Commissione tributaria

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2014 - 18:12

La Commissione tributaria del Gran Consiglio ticinese ha dato il via libera al messaggio governativo che vuole portare il moltiplicatore comunale per il calcolo delle imposte alla fonte dei frontalieri dall'attuale 78 al 100%.

Grazie a questa misura, come sottolineato sabato dalla stampa ticinese, sono previsti 20 milioni di franchi di maggiori entrate, di cui 4,3 resteranno nelle casse cantonali, 7,9 saranno riversati ai Comuni e 7,8 andranno in Italia.

L'aumento del moltiplicatore non riguarderebbe tutti i frontalieri indistintamente, ma solo quelli che rientrano quotidianamente al proprio domicilio in Italia.

Red.MM/sf

La notiziaLink esterno su www.rsi.ch/newsLink esterno

Sul principio del moltiplicatore comunale, cfr. Le tasse sulla casa in SvizzeraLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.