Navigation

Multe, ticinesi come comaschi

tvsvizzera

La polizia smentisce che gli svizzeri non paghino le multe. Le cause per il mancato incasso sono altre

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 dicembre 2014 - 18:33

Il mancato pagamento delle multe comminate a stranieri, soprattutto svizzeri (e ticinesi), a Como non dipende esclusivamente dalla scarsa disponibilità dei contravventori a saldarle. Lo ammette il comandante della polizia locale di Como. "Vi sono diversi fattori – spiega Donatello Ghezzi - tra cui anche un ritardo nella gestione delle procedure" e, più in generale, altre cause imputabili sia alle autorità comasche che, "soprattutto alla società d'incasso" a cui è stato assegnato l'incarico in via sperimentale nell'aprile 2014. Vi è poi una percentuale di mancati pagamenti "che è fisiologica e non si discosta in maniera rilevante da quella dei cittadini italiani", aggiunge Ghezzo.

Tutta la storia su rsi.chLink esterno

Red. MM/ab

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.