Navigation

Mobilità transfrontaliera, vertice a Olgiate Comasco

Patto per promuovere la condivisione dell'auto e i trasporti aziendali

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2014 - 22:24

Vertice mercoledì sera a Olgiate Comasco per ridurre il traffico transfontaliero tra Ticino e Lombardia. Il consigliere di Stato Claudio Zali e i responsabili di 17 comuni lariani hanno concordato un piano per promuovere la condivisione dell'auto e il trasporto aziendale tra i lavoratori pendolari italiani. La proposta sul tavolo è quella di realizzare aree di sosta in zone discoste da dove poi i frontalieri possano proseguire verso la Confederazione con modalità razionali e di minore impatto ambientale. Per il momento è stata individuata una ventina di potenziali superfici. In proposito il Cantone, in particolare il Dipartimento del territorio che nei mesi scorsi ha annunciato una riduzione dei parcheggi nel Sottoceneri, intende attivarsi presso le aziende elvetiche per incentivare l'impiego di bus navetta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.