Navigation

Migranti, tensione sui binari a Como

Centinaia di migranti fermi al confine tipress

Bloccate decine di persone che tentavano di salire su un Intercity diretto in Svizzera; allertata anche la polizia cantonale ticinese

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 agosto 2016 - 18:11

Momenti di tensione alla stazione di Como, dove questo sabato pomeriggio alcune decine di migranti - si parla di una sessantina - hanno tentato di salire su un treno Intercity diretto in Svizzera. Tutti erano senza biglietto; l'accesso al convoglio, fermo sul binario 2 della stazione San Giovanni, è stato bloccato dalle forze dell'ordine italiane in assetto antisommossa.

Già avvisata, la polizia cantonale ticinese si dice anch'essa pronta a intervenire se la situazione dovesse degenerare.

GDF in antisommossa alla stazione di #ComoLink esterno @milanoicsLink esterno @RobMaggioniLink esterno @serenata73Link esterno @MeltingPotEULink esterno @a_cegnaLink esterno @abuzzo3Link esterno pic.twitter.com/sysJrEz0W9Link esterno

— MilanoinMovimento (@MILinMOV) 20 agosto 2016Link esterno

End of insertion

L'operazione ha avuto successo anche se alcuni hanno tentato di forzare il blocco. Per evitare l'attraversamento dei binari un altro treno è stato "parcheggiato" sul binario 1.

Secondo i media locali, è plausibile che si sia sparsa la voce che alcune tra le centinaia di persone accampate nella città da mesi siano riuscite ad attraversare il confine. Sembrerebbe pure che i migranti abbiano ricevuto l'informazione, non veritiera, secondo cui la Svizzera ha aperto le frontiere.

ANSA/ludoC

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.