Navigation

Merlot a chilometro zero

Botti di rovere made in Ticino per affinare il pregiato vino locale

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2014 - 21:35

L'idea è venuta a un giovane forestale che ha voluto realizzare botti di rovere da piante di quercia che si trovano nei boschi ticinesi. Si tratta per il momento di una produzione limitata. Da una quercia secolare si possono ricavare solo due botti, che vanno poi esse stesse lasciate riposare per un paio di anni. Intanto però un'azienda vinicola di Sementina, vicino a Bellinzona, si è già interessata al progetto per l'affinamento in barriques di parte della sua produzione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.