Navigation

Lugano, in manette due dirigenti

Gli inquirenti ticinesi hanno arrestato il co-titolare dell'impresa di costruzione Adria e l'ex-direttore regionale della Banca Wir. Domande sull'utilizzo di crediti per 50 milioni di franchi

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2015 - 10:13

Clamorosi sviluppi nella vicenda che ruota attorno alle difficoltà dell'impresa di costruzioni Adria. Tre persone sono state fermate. Una è stata rilasciata mentre per il co-titolare della ditta e il dirigente di una banca è stato disposto l'arresto.

Gli inquirenti ticinesi indagano sul reale utilizzo di crediti per 50 milioni di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.