Navigation

Legittima difesa, che paghi lo Stato

Lanciata un'iniziativa in Ticino che chiede che le vittime di aggressioni non debbano pagare i costi di una legittima di difesa

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 aprile 2016 - 19:21

Lo Stato non dovrebbe limitarsi a pagare un avvocato difensore d'ufficio, ma coprire la parcella di un avvocato di fiducia. Un'iniziativa popolare che vuole essere una risposta alla crescente violenza di alcune bande di rapinatori.

in breve, le vittime di aggressioni non devono pagare i costi di una legittima difesa. Con questa motivazione Giorgio Ghiringhelli ha lanciato una nuova iniziativa, oggi a Bellinzona, col sostegno di un comitato interpartitico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.