Navigation

Legge anti-burqa e turismo in Ticino

Dubbi e problemi sull'applicazione delle legge approvata nel 2013

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 agosto 2015 - 20:06

Il settore turistico in Ticino ha registrato un calo, ma lo stesso non si può dire per i turisti arabi che scelgono il Canton Ticino per le loro vacanze. E c'è chi si chiede dove sia andata a finire la "legge anti-burqa", ovvero il divieto di dissimulare il volto in pubblico, la legge anti-burqa insomma, è stata approvato in votazione da due cittadini su tre due anni fa ma al momento è ferma in Commissione della Legislazione.

La legge in questione, che riguarda il più ampio spettro dell'ordine pubblico, ha fatto emergere dubbi e difficoltà sulla corretta applicazione (senza disparità) di questo divieto. Entro fine anno, comuqnue, la Commissione dovrebbe decidere come dar seguito alla tanto discussa legge.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.