Navigation

La storia drammatica di una madre ticinese

Suo figlio è stato rapito lo scorso mese di febbraio, a cinque anni e mezzo, dal suo ex-marito egiziano, che lo ha portato in Egitto. Da allora, non sa nemmeno dove si trovi esattamente

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2015 - 20:37

Questa è la storia drammatica di una donna ticinese, a cui l'ex marito ha rapito il figlio di 6 anni. Lo scorso febbraio il piccolo è stato portato in Egitto, paese del padre, e da allora la donna sta cercando di riportarlo a casa. A metà agosto, tramite il Dipartimento degli esteri, ha pure spedito una lettera al presidente egiziano Al-Sis, ancora senza risposta.

Una battaglia combattuta quasi da sola, dato che la Svizzera non può far rispettare le proprie leggi in Egitto. Anche e soprattutto quelle in ambito familiare. Vediamo il servizio, con un'intervista rilasciata in esclusiva dalla madre al telegiornale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.