Navigation

La cultura all'ex Casa d'Italia di Locarno

La città intende prendere in affitto gli spazi dell'edificio, credito di 1,8 milioni di franchi per 10 anni

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 febbraio 2016 - 20:09

L'Esecutivo di Locarno ha approvato venerdì il messaggio con la richiesta di un credito di 1,885 milioni per poter affittare gli spazi dell'ex Casa d'Italia.

Di questa spesa, 335mila franchi serviranno per i lavori necessari per rendere fruibile il complesso. Il resto sarà destinato a finanziare il contratto di locazione della durata di 10 anni.

L'obbiettivo dell'operazione è mettere gli spazi a disposizione di una serie di associazioni attive in città e di servizi del comune. Si potrà così concretizzare il progetto di creazione di una Casa della cultura, la cui necessità è emersa con il concretizzarsi del progetto Palazzo del Cinema..

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.