Navigation

L'Italia pronta per Alptransit

Con l'accordo sottoscritto a livello ministeriale 9 mesi fa, le ferrovie dello stato italiane ricevono 140 milioni di franchi a fondo perso. Sono il contributo elvetico all'adeguamento delle gallerie e al potenziamento tecnologico sul percorso via Luino

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2014 - 20:55

Pronti per l'apertura di Alptransit. L'Italia ribadisce l'impegno a potenziare le linee ferroviarie di Chiasso, Luino e Sempione, grazie anche ai finanziamenti milionari, stanziati dalla Svizzera. Tre nuovi terminali sono in progettazione, in particolare quello di Milano che moltiplicherà di molto la quantità di merci dirette a nord.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.