Navigation

L'iniziativa Prima i nostri è attuabile

Si chiede di inserire nella costituzione Cantonale ticinese il criterio della preferenza agli svizzeri in caso di assunzioni a pari condizioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 gennaio 2016 - 20:11

Il gran consiglio ticinese ritiene attuabile l'iniziativa popolare costituzionale "Prima i nostri" sottoscritta da 10'991 cittadini e presentata nell'aprile del 2014.

Durante il dibattito non si è quindi entrati nel merito dell'iniziativa, ma si sono solo analizzati i quattro criteri che ne determinano la ricevibilità: l'unità di forma, di materia, la conformità con il diritto superiore e l'attuabilità.

Soprattutto quest'ultimo tema è emerso a più riprese e questo già in Commissione speciale costituzione. Il testo è infatti stato sottoposto al professor Giovanni Biaggini, docente di diritto pubblico, amministrativo e europeo all'Università di Zurigo il quale l'ha giudicata formalmente ricevibile, ma ha espresso "seri dubbi sulla possibilità di concretizzare".

"Non vanno quindi create false attese" ha sottolineato a questo proposito il Consigliere di Stato Christian Vitta. Il Parlamento ha approvato il decreto con 67 voti favorevoli e 13 astenuti.

SP/tvs

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.