Navigation

L'Europa secondo Scola e Cacciari

L'arcivescovo di Milano e il filosofo veneziano si sono confrontati all'Università della Svizzera italiana su crisi di identità e immigrazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 giugno 2016 - 21:08

Del Vecchio Continente, confrontato con delle vere emergenze come quelle dell'immigrazione e del terrorismo, si sente parlare in ogni programma informativo. Ma ieri sera ne hanno discusso all'auditorium dell'Università della Svizzera italiana a Lugano un eminente teologo, l'arcivescovo di Milano Angelo Scola, e il noto filosofo veneto Massimo Cacciari. Due personalità che si sono confrontate sulla crisi di valori che sta vivendo l'Europa e di cui hanno fornito la loro particolare interpretazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.