Navigation

Italofoni discriminati nell'amministrazione svizzera?

Uno studio dice che sono troppo pochi rispetto a francofoni e germanofoni

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 marzo 2015 - 21:42

Sono sempre pochi gli italofoni nella Berna Federale. E ancor meno quelli che occupano posti di dirigenza o negli uffici che contano. È quanto emerge dal primo rapporto sulla promozione del plurilinguismo. Ma il consiglio federale ora promette di cambiare rotta, grazie anche al lavoro della ticinese delegata al plurilinguismo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.