Navigation

Indigente ma con un milione in banca

La donna, in 12 anni, ha incassato illecitamente 90'000 euro ©Ti-Press

Un'anziana signora del Varesotto, che riceveva aiuti dallo Stato, ha cercato di regolarizzare i soldi nascosti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 settembre 2016 - 15:09

Percepiva dal 2004 l'assegno sociale destinato alle persone in condizioni di disagio, pur essendo in possesso di circa un milione di euro in Svizzera. Una donna di 80 anni è stata denunciata dalla Guardia di finanza di Gallarate (Varese) con l'accusa di indebita percezione di erogazione ai danni dello Stato.

L'anziana, che si dichiarava indigente, in 12 anni avrebbe percepito illecitamente circa 90mila euro. Ultimamente aveva anche fatto richiesta per accedere ai fondi di sostegno all'affitto erogati dalla Regione di Lombardia e dal Comune di Gallarate.

Dai controlli delle Fiamme gialle è emerso che la donna non versava in condizioni economiche disagiate: è titolare, infatti, di un conto corrente in Svizzera con depositato circa un milione di euro e ha presentato anche una richiesta di "voluntary disclosure" per far emergere la somma detenuta all'estero.

Nell'ambito dei controlli sono stati denunciati anche due uomini albanesi, che continuavano a percepire assegni sociali in Italia pur essendo rientrati nel loro Paese d'origine. Le erogazioni sono state bloccate e sono state emesse sanzioni per circa 40mila euro.

ANSA/ATS

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.