Navigation

Il lupo cattivo che chatta per sbafarsi sette capretti

Favole classiche rivisitate per raccontare i pericoli della rete ai più giovani. Un'iniziativa della autorità per fare prevenzione

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 agosto 2015 - 20:01

Riscoprire un classico per scovare i pericoli del mondo virtuale. È l'originale iniziativa promossa da Confederazione e cantoni per far discutere genitori e bambini sui pericoli nascosti in internet.

Il lupo cattivo che chatta per sbafarsi sette capretti, il brutto anatroccolo deriso e filmato coi telefonini, Hansel e Gretel attirati in un internet café senza più uscirne per anni, per di più orfani.

Raccontare la storia della buonanotte: è un classico che la polizia ticinese rispolvera per fare prevenzione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.