Navigation

Il convento dei capuccini a Lugano ospiterà profughi siriani

La Chiesa siro-ortodossa subentra ai religiosi cattolici che se ne erano andati un anno fa. Molte le iniziative in cantiere dei nuovi inquilini

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2015 - 19:55

A quasi un anno dalla chiusura il convento dei frati cappuccini di Lugano tornerà ad ospitare un ente religioso, la comunità della Chiesa siro-ortodossa che si è detta pronta ad accogliere a braccia aperte anche i profughi siriani, il cui paese è martoriato dalla guerra tra il regime di Assad, i ribelli riuniti nel fronte dell'opposizione e le truppe islamiste dell'ISIS.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.