Navigation

I timori dei sindaci di confine

Dopo il voto contro l'immigrazione di massa, si tema anche la rimessa in discussione dei ristorni

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2014 - 21:32

Equità fiscale e abolizione del dumping salariale, ma anche una tassazione che non scoraggi i lavoratori frontalieri ad offrire la loro manodopera in Ticino. Queste le richieste e i timori dei Comuni italiani di confine dopo il voto di domenica e la rimessa in discussione dei ristorni. Il servizio è tratto dal Quotidiano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.