Navigation

I ticinesi stanno bene

A dirlo è l'indagine sulla salute condotta dall'ufficio federale di statistica

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 ottobre 2014 - 21:16

In Ticino la speranza di vita è superiore alla media nazionale svizzera, in calo troviamo il consumo problematico di alcol e il fumo passivo. Dall'indagine dell'ufficio federale di statistica sono emersi dati positivi, ma anche risultati meno tranquillizzanti.

Il tutto sarà comunque uno strumento utile per capire le necessità in materia sanitaria e di prevenzione.

Tra gli elementi che sollevano alcuni interrogativi vi sono i dati sul movimento e l'attenzione all'alimentazione: in molti dichiarano di muoversi e mangiare correttamente. Tuttavia i dati mostrano che in Ticino è in aumento il numero di obesi.

L'altro elemento che pone qualche interrogativo è il rapporto costo-efficacia della spesa sanitaria in quanto la Svizzera spende all'anno quasi 65 miliardi di franchi, circa 54 miliardi di euro, in questo settore: "In una nazione come la nostra vi è tantissima offerta sanitaria, e l'offerta genera la domanda. Ma sta al cittadino domandarsi se tutta questa offerta sia necessaria", spiega Paolo Beltraminelli, capo del Dipartimento della sanità e socialità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.