Navigation

Frontalieri tassati in base alle aliquote italiane

È quanto chiede un postulato del leghista Lorenzo Quadri che è stato accolto a grandissima maggioranza dal Consiglio nazionale. Ne conseguirebbe un maggior carico fiscale per i lavoratori italiani

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 settembre 2014 - 13:57

Martedì Consiglio Nazionale ha accolto a grandissima maggioranza ( 157 sì contro 25 no e 4 astenuti) un postulato del consigliere nazionale della Lega dei Ticinesi, Lorenzo Quadri. Il testo chiede di tassare i frontalieri in base alle aliqote italiane (più alte di quelle svizzere), di trattenere l'interezza dell'attuale imposta alla fonte e riversare all'Italia la differenza. Un maggiore carico fiscale per i frontalieri che non potrebbero più così accettare salari troppo bassi. Attenzione però si tratta solo di un postulato, quindi di un atto parlamentare non vincolante per il governo, ma che ha comunque un'importanza politica, come ci ha spiegato lo stesso Lorenzo Quadri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.