Navigation

Forward Racing, Corrotto e compagna in manette

Il procuratore chiede il carcere preventivo per entrambi

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 agosto 2015 - 19:51

Nell'ambito dell'inchiesta sulle sponsorizzazioni fittizie della scuderia motociclistica Forward Racing di Agno (vicino a Lugano), il procuratore generale John Noseda chiederà il carcere preventivo nei confronti di Pier Giuseppe Corrotto, fermato lunedì, e della moglie, fermata nella giornata di martedì.

I reati ipotizzati: riciclaggio aggravato e falsità in documenti per un importante contratto di sponsorizzazione della scuderia di Giovanni Cuzari.

Martedì era previsto un nuovo interrogatorio di Corrotto, il quale però non ha potuto avere luogo poiché è stato trasferito all'Ospedale Civico di Lugano a seguito di un malore, dove tutt'ora è ricoverato. Athos Mecca, legale del 50enne italiano, ha già fatto sapere che il suo difeso si opporrà alle richieste del procuratore generale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.