Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Firme contro il centro d'accoglienza migranti

Temporanea, da 150 posti, la struttura di Rancate permetterebbe di ospitare per una notte i profughi destinati a rientrare in Italia

Scontro politico a Mendrisio sul centro per i migranti nel quartiere di Rancate. La Lega, insieme all'UDC, lancia la petizione. Ma la maggioranza in Consiglio comunale risponde: c'è anche un'altra Mendrisio pronta a fare la sua parte.

Lo aveva subito annunciato e lo ha fatto. La Lega, con il sostengo dell'UDC, ha lanciato la raccolta firme per dire no al centro migranti che il Cantone, in collaborazione con le Guardie di confine, ha intenzione di creare a Rancate. Il motivo: la regione ha già fatto abbastanza.

L'obiettivo è raccogliere oltre 3 mila firme per lanciare un segnale chiaro a Berna. Il centro, che per il momento è solo un'ipotesi, dovrebbe accogliere 150 migranti il tempo di una notte, in attesa di venir riammessi in Italia. Migranti che per ora sono ospitati in quattro centri della protezione civile nel Mendrisiotto.

Un'ipotesi condivisa anche dalla maggioranza in Consiglio comunale. I capigruppo di PLR, PPD e Insieme a sinistra si sono schierati con il Municipio. I firmatari hanno anche deciso di attivarsi, creando un gruppo di volontari per dare un'accoglienza dignitosa ai migranti in transito.

Nel frattempo, sul centro di Rancate, Governo e Municipio attendono una risposta da Berna. Per ora Mendrisio mantiene il suo preavviso favorevole. L'obiettivo è aprirlo a inizio settembre.

Nel servizio, le interviste al leghista Massimiliano Robbiani e a Françoise Gehring di 'Insieme a sinistra', e al vicesindaco di Mendrisio Samuel Maffi.

×