Navigation

Etalia, quando crearsi un giornale su misura può essere un affare

Start-up italo-svizzera sviluppa una piattaforma di informazione che ricompensa le fonti giornalistiche ma pure chi sceglie bene le notizie

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 luglio 2014 - 18:40

Etalia.net è un aggregatore di notizie: come Newscron, Google News e altri servizi, permette di informarsi in base ai propri interessi, attingendo a fonti giornalistiche diverse. Nuovo è il modello di business: a chi produce l'informazione (editori, giornalisti) spettano i tre quarti dei ricavi, ma al contempo è rimunerato il singolo utente che riesce -con il suo giornale personalizzato, con la propria rassegna stampa- ad aggregare lettori.

La startup, che ha sede a Lugano e Milano, ha trovato l'adesione di decine di testate italofone e anglosassoni che condividono su Etalia.net i loro articoli. Ma la piattaforma è aperta anche a giornalisti free-lance e professionisti che tengono un blog personale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.