Navigation

Delitto di Brusio, condanne confermate in appello

Ergastolo per l'esecutore materiale e 23 anni per il mandante dell'omicidio dei coniugi Ferrari. Le difese ricorrono in Cassazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2016 - 20:44

Sostanzialmente confermate dalla Corte d'appello di Milano le condanne per il duplice omicidio di Brusio (Val Poschiavo) del novembre 2010. I giudici ambrosiani hanno ribadito l'ergastolo inflitto in primo grado a Ruslan Cojocaru, il 36enne moldavo ritenuto l'esecutore materiale dell'uccisione dei coniugi Ferrari.

È stata invece aumentata di due anni la pena emessa dal Tribunale di Sondrio al valtellinese Ezio Gatti, considerato l'ideatore dell'estorsione finita nel duplice omicidio, che dovrà ora scontare 23 anni di carcere. Le difese hanno comunque preannunciato il ricorso in Cassazione contro la sentenza di Milano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.