Navigation

Dal Ticino, il sale senza sale

Una confezione da un etto costa otto franchi tvsvizzera

Una start-up di Stabio lancia Aquasalis, soluzione salina iposodica per ridurne il consumo nei cibi

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 maggio 2016 - 19:14

Per risolvere il problema dell'eccesso di consumo del sale nell'alimentazione, che provoca più di un problema all'organismo, è stata ideata in Ticino Aquasalis. Si tratta di una soluzione salina iposodica con il 75% di sodio in meno, presentata in questi giorni alla fiera Cibus di Parma.

Concepito dall'omonima start-up ticinese (di Stabio) per preservare la salute senza perdere gli evidenti vantaggi legati al sapore, il prodotto ha un gusto simile al cloruro di sodio tradizionale, ma è senza additivi chimici, ingredienti supplementari o altre controindicazioni.

Aquasalis è già stato approvato dal British Retail Consortium e dall'International Featured Standards, oltre alla certificazione Swiss Made, giacchédall'estrazione del sale al prodotto finito, tutto è rossocrociato.

Il suo punto forte è la composizione che evidenzia solo lo 0,029% di cloruro di potassio favorendo così un apporto di sodio rispettoso delle linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

RSI/NEWSLink esterno/EnCa

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.