Navigation

Contro i ladri l’allerta è su WhatsApp

Niente ronde o vigilanti, a Monte Olimpino gli abitanti combattono i furti in casa via chat

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 dicembre 2015 - 18:58

Una lunghissima serie di furti messi a segno negli ultimi mesi. Case e appartamenti svaligiati, anche alla luce del sole. Alcuni abitanti di Monte Olimpino, a Como, hanno detto basta e si sono organizzati per rendere la vita difficile ai topi di appartamento. Come? Sfruttando le nuove tecnologie: WhatsApp in questo caso, dove è nata una chat dal nome "Attenti al ladro", per segnalare anomalie e movimenti sospetti.

Il promotore, Vincezo Tarantino, spiega: "Facciamo come le marmotte che lanciano un segnale quando qualcosa non va. Non vogliamo però sostituirci alla polizia: gli agenti fanno il loro lavoro con i mezzi che hanno a disposizione ma noi cerchiamo di darci una mano a vicenda, di essere utili alla comunità".

ludoC

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.