Navigation

Conti italiani, che succede?

Molti clienti lamentano l'improvviso cambio di rotta delle banche svizzere e nella rete sono finiti molti frontalieri. Si arriva anche al blocco delle operazioni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2015 - 09:02

Da alcune settimane è aumentata la pressione sui conti ticinesi, intestati a cittadini stranieri. Le banche vogliono stringere i tempi sulla regolarizzazione. Si ricorre anche al blocco degli averi e nella rete finiscono anche i conti, dichiarati, di molti frontalieri.

Una lettera inviata a fine dicembre da parte delle banche avvertiva l'eventualità di possibili blocchi. Ma qui starebbe l'inghippo, dato che i conti dei lavoratori frontalieri non necessiterebbero di una regolarizzazione.

In sentesi, gli istituti bancari avrebbero fatto di tutta l'erba un fascio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.