Navigation

Consolato d'Italia a Lugano in vendita

L'attuale sede è un immobile storico risalente agli anni Trenta ©Ti-Press

Il Governo italiano vuole trasferire gli uffici altrove, per fare cassa con il pregiato immobile attuale, candidato a bene culturale d'interesse cantonale

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 marzo 2016 - 10:42

Il Governo italiano ha messo in vendita l'edificio che da decenni ospita il consolato generale d'Italia in Via Pelli a Lugano, dopo aver offerto lo stesso destino alla Casa d'Italia di Locarno, qualche anno fa.

Lo riporta giovedì ticinonline, spiegando che lo stabile è stato posto in vendita tramite permuta con un avviso di ricerca di mercato diffuso dallo stesso Ministero degli Esteri a Roma. Il consolato è perciò alla ricerca di un immobile a Lugano in sostituzione di quello in pieno centro cittadino.

Una struttura che è però davvero imponente, considerato che vanta una superficie di ben 2'300 metri quadri, 849 dei quali edificati e un valore stimato di svariati milioni di franchi. Vero è che l'edificio, risalente agli anni '30, è stato proposto come bene culturale d'interesse cantonale dall'Ufficio dei beni culturali cantonale e, perciò, eventuali mutamenti dovranno esser compatibili con le peculiarità monumentali dell'immobile.

EnCa

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.