Navigation

Condannati due passatori

Arrestati lo scorso luglio, avevano fatto entrare illegalmente in Svizzera circa 200 profughi eritrei

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 dicembre 2014 - 19:45

Sono stati condannati a pene per complessivi 5 anni e mezzo due passatori arrestati lo scorso luglio in un'operazione di Polizia e Guardie di confine. I due, un29enne e un 30enne tunisini residenti in Italia, operavano sul confine col Ticino; una volta attraversati i valichi del Mendrisiotto, consegnavano i clandestini ad altri criminali.

Apparsi oggi di fronte alle Assise criminali, sono stati riconosciuti colpevoli di usura e incitazione all'entrata illegale. Le loro pene, di 3 anni e 2 anni e mezzo, sono parzialmente sospese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.