Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Comuni favorevoli alla tutela dei Bagni di Craveggia

(tvsvizzera)

Consenso politico alla creazione di un'area protetta al confine del futuro Parco nazionale del Locarnese

Il Consiglio comunale di Re ha dato lunedì sera il proprio assenso alla creazione di un'area protetta nella regione dei Bagni di CraveggiaLink esterno, con 8 voti favorevoli, 2 contrari e un astenuto. Dopo quasi due ore di discussione, i rappresentanti del comune hanno sposato l'idea, già appoggiata da Craveggia, Toceno e Santa Maria Maggiore, di tutelare al meglio la regione al confine con l'alta Valle Onsernone.

"Sono soddisfatto della decisione, adottata dopo un lungo e animato dibattito",commenta soddisfatto ai nostri microfoni Oreste Pastore, sindaco di Re. "Mancava solo il nostro voto. La pratica passa alla regione Piemonte. che dovrà dar seguito alle nostre raccomandazioni. La nostra attenzione è rivolta ora al Ticino dove la popolazione dovrà esprimersi sulla nascita del Parco nazionale del LocarneseLink esterno. È bene ricordare che qualora questa realtà non dovesse nascere anche il nostro progetto cadrà", sottolinea Pastore.

"Per noi è una buona notizia, tutti i comuni italiani interessati si sono espressi positivamente sulla creazione di un'area protetta al confine con futuro Parco del Locarnese", commenta a caldo Samantha Bourgoin, direttrice del candidato Parco nazionale del Locarnese, che aggiunge: "Da parte nostra il lavoro continua per poter preparare al meglio questo progetto di parco, che sarà votato dalla popolazione tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017".

Lino Bini

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×