Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Como, un tetto per i migranti

Individuata l'area dove verranno collocati i container che ospiteranno i profughi, da diverse settimane accampati nel parco sottostante la stazione ferroviaria

Un'area accanto al cimitero monumentale, lungo la ferrovia e a circa un chilometro da San Giovanni, sarà la sede della struttura di accoglienza per i migranti attualmente accampati nei pressi della stazione di Como. Lo ha detto il prefetto Bruno Corda nel corso di una conferenza stampa tenutasi mercoledì, alle 17:30. I lavori preparativi e di pulizia saranno conclusi a metà settembre, data in cui saranno stati posati i container per ospitare circa 300 persone in cinquanta moduli abitativi (in aggiunta a quelli sanitari).

La prima opzione presa in considerazione era stata quella della caserma militare De Cristoforis, poi scartata perché "la struttura non è più in uso da tempo e necessitava di interventi importanti per il riscaldamento e per l'impianto idrico". Anche altre opzioni sono state scartate. Nella zona infine prescelta, grande quasi 2'500 m2 e di proprietà del comune, l'allacciamento alla rete fognaria e agli altri servizi è invece già disponibile. Fino a qualche mese fa ospitava un deposito di automobili.

L'OSAR chiede chiarezza

A Como e Chiasso si trovano attualmente anche rappresentanti della sezione elvetica di Amnesty Internationale e dell'OSAR, l'Organizzazione svizzera di aiuto ai rifugiati, che vuole capire la prassi adottata dalle guardie di confine elvetiche e verificare se i respingimenti siano sistematici. L'auspicio è che venga fatta chiarezza.

RedMM/pon

×