Navigation

Como, supermercati a gonfie vele grazie ai ticinesi

Bene tutti i settori merceologici web

La camera di commercio pubblica i dati trimestrali: affari in crescita grazie al deprezzamento dell'euro e al maggiore afflusso di consumatori svizzeri

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 novembre 2015 - 18:24

La camera di commercio di Como ha diffuso, venerdì, i dati trimestrali relativi all'andamento degli affari per la grande distribuzione. Nel documento si legge che il 2015 "si apre benissimo per la provincia e il fatto non stupisce visto il deprezzamento dell'euro e il conseguente maggiore afflusso di consumatori elvetici che varcano il confine a caccia di convenienza".

L'andamento delle vendite - per valore Camera di commercio Como

Grazie al franco forte e ai ticinesi che fanno la spesa in Italia, insomma, la regione lariana guadagna nettamente di più. Non solo rispetto alla media regionale (+3,9% a valore e +0,8% a volume), ma anche a quella nazionale (+3,1% a valore e +0,5% a volume).

L'andamento delle vendite - per volume Camera di commercio Como

Tutti i comparti merceologici sono andati bene e sono in crescita, si legge nel rapporto: dalla drogheria alimentare alle bevande, passando per prodotti congelati e surgelati, fresco (latticini e altri prodotti dei banchi frigo) più prodotti per la cura della persona e della casa.

px

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.