Navigation

Cocaina, sequestri "incrociati"

Arrestati ai valichi doganali del Mendrisiotto un 34enne e un 28enne italiani; il primo stava portando in patria un chilo di stupefacente, il secondo voleva introdurne in Svizzera 2,5 kg

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 marzo 2015 - 20:52

Doppio, e inconsueto sequestro di cocaina nel giro di pochi giorni in Ticino. Inconsueto perché nel primo caso il trafficante stava trasportando la droga dal Ticino all'Italia mentre nel secondo il trasporto avveniva nel senso contrario.

Il primo arresto è avvenuto al valico di Novazzano: le Guardie di Confine hanno trovato, nascosta nell'automobile di un 34.enne in uscita, un chilo di cocaina abilmente nascosto.

Ieri invece 2 chili e mezzo dello stesso stupefacente, nascosti in due confezioni di succo di frutta, sono stati trovati nel veicolo di un 28.enne in entrata in Svizzera dal valico di Chiasso Brogeda.

I due uomini, cittadini italiani residenti oltre confine, sono stati arrestati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.