Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Chiusura dogane, "Inoltreremo reclami formali"

Colonne infinite

Colonne infinite

(Tipress)

Protesta del sindaco di Lavena Ponte Tresa per la chiusura totale dei valichi dopo una tentata rapina a Molinazzo di Monteggio

"Che per una tentata rapina a Molinazzo di Monteggio si chiuda il valico di Ponte Tresa in un orario di passaggio di migliaia di lavoratori è inaccettabile". Questa la dura presa di posizione del sindaco di Lavena Ponte Tresa e presidente dell'Associazione dei Comuni di Frontiera, Massimo Mastromarino, presente al valico insieme alle autorità militari e di polizia, compreso il Commissario capo del settore polizia di Frontiera di Luino che coordina la zona.

"Inoltreremo un atto formale di protesta presso la Confederazione raccontando quanto avvenuto, ci siamo già mossi in tal senso con la Prefettura e non ci fermeremo qui, ha proseguito il sindaco. Vedevo i lavoratori bloccati dall'altra parte e avevo pietà di chi era fuori dalle 5 del mattino per lavorare. Il Cantone ha fatto davvero una brutta figura, è una brutta pagina. Hanno fatto passare i lavoratori italiani solo dopo che sono arrivate le prime telefonate da parte delle autorità italiane".

Mastromarino afferma che i controlli andavano fatti, fermando anche una macchina per volta, ma non chiudendo le dogane. L'eco della protesta ha raggiunto le autorità nazionali italiane e secondo indiscrezioni al vaglio di questi ci sarebbe proprio la chiusura totale dei valichi non contemplata dagli accordi di libera circolazione delle persone.

sdr

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

×