Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Chiude la biglietteria di Stresa?

Ad aprile orario ridotto, ma si teme la rinuncia all'unica fermata dei treni Cisalpini sul lago maggiore. Preoccupazione per il Turismo

La biglietteria ferroviaria della stazione di Stresa, nodo della linea del Sempione e unica fermata per il lago Maggiore dei Cisalpini da Berna, avrà orario ridotto per tutto aprile e, da maggio, rischia di chiudere per sempre.

Nei giorni scorsi l'allarme degli albergatori: era trapelata la notizia dell'intenzione di Trenitalia di chiudere la biglietteria dal primo di aprile. Le proteste e le lettere inviate alla direzione piemontese della società, anche da parte del sindaco di Stresa, hanno indotto a prorogare l'apertura di un mese. Da febbraio lo sportello è a disposizione degli utenti solo tre giorni la settimana. Dal primo al 30 aprile invece tornerà ad aprire tutti i giorni, ma solo dalle 6,10 alle 13,20.

E per i Cisalpini del pomeriggio? In stazione è in funzione una biglietteria automatica. Ma non tutti sono in grado di utilizzarla, soprattutto i passeggeri più anziani. Inoltre, il distributore non accetta le banconote, ma soltanto carte di credito e monete. Il comitato pendolari della linea Milano Domodossola sollecita l'intervento di Trenitalia: "Ricordiamo – dice la presidente Lisa Tamaro – che i turisti provenienti da Berna, Losanna o Briga, scendono a Stresa e poi si spostano, magari verso Arona o Verbania: alla biglietteria si rivolgono anche per ricevere le informazioni necessarie".

Si sta interessando del problema anche l'albergatore ed ex sindaco di Verbania e parlamentare Marco Zacchera: "Il rischio della chiusura è incombente. Per gli albergatori che lavorano in gran parte grazie ai turisti che arrivano dalla Svizzera sarebbe un danno gravissimo".

Maria Elisa Gualandris

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×