Navigation

Cadavere nel lago di Como

Archivio Tipress

Recuperato a Lecco il corpo di una donna sui sessant'anni, visto dai passanti; le autorità hanno richiesto l'autopsia e aperto un'inchiesta

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 luglio 2016 - 17:54

Il cadavere di una donna attorno ai sessant'anni che galleggiava sulle acque del lago di Como è stato avvistato nella notte sul lungolago Isonzo, a Lecco, da alcuni passanti. Non si conosce se sia deceduta per annegamento anche se le prime ipotesi dei sanitari tendono ad escluderlo.

Sul corpo non sono stati trovati dei segni evidenti di violenza. La Procura di Lecco ha aperto un'inchiesta e il magistrato di turno, ha disposto l'autopsia, la sola che possa fare davvero luce su quanto accaduto.

Le piste su cui lavorano gli inquirenti vanno dall'evento accidentale al malore con conseguente caduta in acqua fino al suicidio. Si stanno prendendo anche in considerazione anche le denunce di scomparsa di donne delle ultime settimane.

ATS/sdr

QuestaLink esterno e altre notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.