Navigation

Regio Insubrica, è di nuovo "fronte comune"

RSI-SWI

L'assessore al bilancio della Regione Piemonte, Aldo Reschigna, ha ceduto giovedì la presidenza della comunità di lavoro Regio Insubrica al "ministro" ticinese delle Istituzioni, Norman Gobbi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 giugno 2018 - 20:15
tvsvizzera.it/ri con RSI (Quotidiano del 14.06.2018)

"Dobbiamo costituire un fronte comune, per contribuire a risolvere i problemi che interessano Italia e Svizzera", ha detto Gobbi all'assemblea di Balerna, alla presenza tra gli altri dell'assessore lombardo delegato ai rapporti italo-svizzeri, Massimo Sartori.

L'assemblea della RegioLink esterno ha passato in rassegna le questioni che hanno occupato la comunità di lavoro nell'ultimo anno – come la mobilità, l'ambiente, la Legge sulle imprese artigianaliLink esterno LIA- nonché gli eventi e i progettiLink esterno di collaborazioni promossi.

Neppure un accenno ai ristorni

Nessuno dei presenti ha evocato il tema dei ristorni, ovvero la quota rifusa all'Italia delle imposte pagate in Svizzera dai lavoratori frontalieri.

Del resto, il Consiglio di Stato (governo) del Canton Ticino ha nel frattempo bocciato la proposta di congelarli, in attesa che siano completate alcune opere pubbliche (come i parcheggi d'interscambio nei pressi dei valichi di frontiera) in Lombardia.

Una decisione in linea con il ritrovato affiatamento della Regio Insubrica, favorito dalla presenza di un italofono a capo del Dipartimento degli affari esteriLink esterno a Berna e dall'insediamento di un nuovo governo italiano.

Contenuto esterno


Intanto, il nuovo logoLink esterno della Regio rispecchia il nuovo assetto amministrativo della vicina penisola. 

Lo stemma del Canton Ticino è affiancato dalla bandiere di Lombardia e Piemonte, poiché ora sono le regioni (e non più le province) ad avere la forza istituzionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.