Navigation

Amianto trattato irregolarmente a Monteggio?

Denuncia penale contro una ditta attiva nel recupero e smaltimento di materiali di scarto

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 marzo 2015 - 19:49

La Gavia di Fonasette di Monteggio, azienda attiva nello smaltimento di materiale di scarto e del recupero di metalli preziosi, è sospettata di non rispettare le norme sulla sicurezza e sulla tutela dei dipendenti. Il sindacato OCST e tre suoi ex dipendenti hanno infatti denunciato alla procura ticinese l'impresa che si trova non lontano dal confine con la provincia di Varese, fornendo ampia documentazioni a sostegno della loro tesi (nel servizio la testimonianza anonima di uno dei querelanti). I collaboratori lamentano problemi fisici che addebitano a comportamenti non corretti in uso nell'azienda.

Tesi peraltro contestata dai titolari della ditta che smentiscono il trattamento nel loro ciclo di trattamento industriale dell'amianto, illustrandoci la certificazione dell'organo di controllo federale SUVA. Della vicenda, che a questo punto dovrà essere chiarita dai magistrati penali, si sta interessando anche il Dipartimento cantonale del territorio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.