Navigation

Accordo alla Armani

Approvata l'intesa che prevede 10'000 franchi per chi perde il lavoro e 3'000 per chi andrà a Milano

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 marzo 2016 - 19:24

L'intesa tra direzione e personale della Armani di Mendrisio, rappresentato dal sindacato OCST, è stata approvata. L'accordo prevede un'indennità di 3'000 franchi per la sessantina di dipendenti che accettato il trasferimento a Milano e una buona uscita di 10'000 franchi per coloro che perderanno il lavoro, una quarantina di persone. Di queste, circa la metà saranno liberate da subito, mentre le altre resteranno a lavorare nel Mendrisiotto fino a quando la ditta avrà bisogno, percependo 500 franchi al mese in più dopo marzo.

Almeno 5 persone continueranno poi a lavorare nella sede di Mendrisio, che si occupa di servizio ai clienti, amministrazione, recupero crediti e logistica per tutto il mondo, Italia esclusa.

CSI/QUOT/sf

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.